ECOGRAFIA

E' un'ecografia che si esegue a 19-20 settimane di gravidanza e serve a studiare in modo dettagliato l'anatomia fetale per poter escludere il maggior numero possibile di malformazioni fetali.

E' chiamata anche ecografia di secondo livello in quanto eseguita da un operatore esperto in diagnosi prenatale che si avvalga di una apparecchiatura all' avanguardia. In queste condizioni si possono riconoscere circa il 90% delle anomalie fetali. Non è mai possibile escludere qualunque problema.

Esistono anomalie che per la loro storia naturale si possono evidenziare ecograficamente solo nel terzo trimestre, altre si rendono evidenti solo dopo la nascita del bambino.

L'esame dà anche informazioni riguardo la crescita fetale, la posizione della placenta, la quantità del liquido amniotico e la lunghezza del canale cervicale.

Può essere a volte necessario completare l'esame con la sonda trans vaginale.

Fa sempre parte di un’ecografia morfologica di secondo livello lo studio del cuore fetale (ecocardiografia) e lo studio della flussimetria Doppler materno-fetale (valutazione delle arterie uterine materne per una precoce valutazione del rischio di gestosi o ritardo di crescita fetale).


Ulteriori approfondimenti:

Ecografie in gravidanza, quando farle?

1^ ECOGRAFIA: nel primo trimestre, fra la 9° e la 12° settimana. Per questo tipo di ecografia non è necessaria alcuna preparazione se trans vaginale, se invece l'eco è sovrapubica[...]