HARMONY TEST

Durante la gravidanza, alcuni frammenti del DNA del feto circolano liberamente nel sangue materno, a causa della normale rottura delle cellule della placenta: questi frammenti possono essere isolati ed analizzati in laboratorio.

Harmony test è un’analisi prenatale molecolare diretta sul DNA libero fetale nel sangue materno che valuta il rischio che il feto possa presentare un’alterazione del numero dei cromosomi 21, 18, 13, X e Y. È un test NON INVASIVO, privo di rischi per il feto e per la madre: è sufficiente un prelievo ematico di 10ml di sangue della futura mamma, con un’età gestionale di almeno 10 settimane.

L'esame si basa sulle più recenti evoluzioni dei test prenatali non invasivi e ha dimostrato il:

- 98% di attendibilità nel determinare il rischio di trisomie 18 (Sindrome di Edwards)

- il 99% Attendibilità nel determinare il rischio di trisomia 21 (Sindrome di Down)

- 80% Attendibilità nel determinare il rischio di trisomie 13 (Sindrome di Patau)

Con un tasso di falsi positivi inferiore allo 0.1% in tutti e tre i casi.

Con un tasso di falsi positivi di 50 volte inferiore a quello degli attuali esami di screening, Harmony test riduce in maniera significativa il rischio che una gestante venga indirizzata inutilmente a sottoporsi ad un approfondimento diagnostico invasivo come l’amniocentesi.


I VANTAGGI

- Rispetto ai test prenatali invasivi quali villocentesi e amniocentesi, Harmony test è assolutamente privo di rischi per la madre e per il feto poiché eseguito con un semplice prelievo di sangue materno.

- Rispetto ad altri test di screening, come il Duo test, ha un altissimo tasso di affidabilità.

- Può essere eseguito già dalla decima settimana di gravidanza.

- Harmony è l’unico tra i test prenatali non invasivi validato anche per le gravidanze gemellari (con non più di 2 feti anche se ottenute con ovodonazione)

- Permette di individuare trisomie fetali anche nelle gravidanze da ovodonazione.