GASTROENTEROLOGIA

Le emorroidi sono dilatazioni di vasi venosi all'interno del canale anale. Sono molto comuni: almeno la metà  della popolazione oltre i 50 anni ne soffre, in misura maggiore o minore. Le gravidanze provocano la formazione di emorroidi o aggravano i sintomi di emorroidi preesistenti.  Si distinguono due tipi: emorroidi interne (che si formano a monte dello sfintere interno) ed emorroidi esterne (che si estendono a valle dello sfintere esterno). Esse causano prurito e dolore, e sono la causa principale delle perdite di sangue color rosso vivo durante la defecazione. Le emorroidi esterne sono accompagnate da dolori acuti per l'infiammazione l'edema derivanti da trombosi. Ciò può portare ad ischemia e anche a necrosi dell'area interessata. Le emorroidi interne diventano dolorose soltanto quando cominciano a sanguinare o prolassano a causa di un marcato ingrossamento. I sintomi di disagio dovuti alle emorroidi possono essere alleviati con una buona igiene personale ed evitando eccessivi sforzi durante la defecazione. Il trattamento può limitarsi semplicemente ad una dieta a base di fibre, frutta e crusca, che producono abbondanti residui e bere almeno due litri di acqua: se ciò non è sufficiente si ricorre ad un lassativo idrofilo, che assorbe cioè acqua durante il transito intestinale. Pomate, supposte contenenti anestetici, astringenti e il riposo a letto favoriscono la scomparsa della strozzatura. E' consigliabile riservare un orario fisso ed un sufficiente lasso di tempo alle funzioni di evacuazione e di obbedire prontamente agli stimoli. Prima della defecazione sono molto utili gli esercizi di rilassamento per rilassare i muscoli addominali che possono essere contratti o spastici; utile anche la somministrazione di analgesici prima della defecazione. Per l'eliminazione delle emorroidi si può ricorrere a diversi tipi di trattamento non chirurgico e non invasivo; nei casi di emorroidi molto avanzate invece, è necessario sottoporsi ad un intervento.


Ulteriori approfondimenti:

LA GASTRITE

La gastrite (infiammazione della mucosa gastrica) è un problema gastrointestinale relativamente comune: può essere acuta e durare da alcune ore ad alcuni giorni, oppure cronica quando deriva[...]

COLELITIASI E COLICA BILIARE

Solitamente calcoli biliari (colelitiasi) si formano nella colecisti a partire da componenti solidi della bile e variano molto in dimensioni, forma e composizione. I calcoli biliari sono rari nei[...]