PNEUMOLOGIA

La visita pneumologica, che in media dura circa 30 minuti, inizia con la valutazione anamnestica (anamnesi), fase durante la quale il medico specialista rivolge diverse domande al paziente per raccogliere il maggior numero di informazioni possibili circa la storia clinica e lo stile di vita del paziente stesso (alimentazione, vizio del fumo, consumo di alcol, livello di attività fisica e di sedentarietà, tipo di lavoro svolto, assunzione di farmaci, altri casi in famiglia di problematiche respiratorie). In questa prima fase della visita il medico prende inoltre visione degli eventuali esami medici già svolti dal paziente.

La seconda fase della visita è quella che concerne la visita in senso stretto: il medico procederà quindi con l'auscultazione dei polmoni mediante l'utilizzo dello stetoscopio. In base alle rilevazioni effettuate nel corso della visita lo specialista potrà porre una diagnosi e prescrivere la relativa terapia oppure, a seconda del sospetto diagnostico, potrà richiedere la sottoposizione del paziente ad altri esami (come spirometria, emogasanalisi, esame colturale dell'espettorato, radiografie del torace) per ulteriori accertamenti.

Ulteriori approfondimenti:

COME SI ESEGUE UNA SPIROMETRIA

La spirometria è un esame piuttosto semplice e non invasivo, che consiste sostanzialmente nel soffiare vigorosamente e per il maggior tempo possibile (e comunque per un tempo che non deve essere[...]