UROLOGIA E ANDROLOGIA

Le infezioni batteriche dell'apparato urinario (uretra, vescica, ureteri, reni) sono responsabili di più di 7 milioni di visite specialistiche all'anno e sono le infezioni nosocomiale più frequenti. Molti casi sono causati da cateterismo o da manipolazioni chirurgiche. Sebbene numerosi microrganismi possono causare infezioni dell'apparato urinario, l'Escherichia coli resta l'agente patogeno più frequente, responsabile dell'80% dei casi di infezioni non complicate. I batteri nelle urine (batteriuria) possono portare alla diffusione dei batteri ai reni ed alla circolazione ematica, con conseguente urosepsi. Nella maggior parte dei casi, i microrganismi penetrano nell'apparato urinario attraverso la via uretrale. Le donne sono maggiormente suscettibili alle infezioni a causa della vicinanza del meato uretrale e della ridotta lunghezza dell'uretra. Negli uomini, le secrezioni prostatiche che contengono una sostanza antibatterica e la lunghezza dell'uretra riducono la suscettibilità  alle infezioni dell'apparato urinario. Anche gli anziani ed i pazienti con patologie progressive (es. diabete) o quelli immunodepressi hanno un rischio maggiore di contrarre queste infezioni. I pazienti con infezioni delle basse vie urinarie hanno dolore o bruciore durante la minzione (disuria) poichà© le urine scorrono su tessuti infiammati. Col peggiorare dell'infezione, si possono sviluppare febbre, brividi, nausea, vomito e malessere. Una vescica irritata (cistite) provoca una sensazione frequente ed urgente di voler urinare e dolore bruciante durante la minzione. L'irritazione della mucosa vescicale ed uretrale causa la presenza di urine tinte di sangue (ematuria). Le urine appaiono concentrate ed opache a causa della presenza di globuli bianchi o batteri. Se l'infezione si diffonde alle alte vie urinarie (reni-pielonefrite), sintomi frequenti sono dolore a i fianchi, dolorabilità , febbre e brividi. Un'altra causa frequente di infezione è l'introduzione di presidi nell'apparato urinario, come ad esempio, l'introduzione di un catetere nell'uretra che fornisce una via diretta per la penetrazione di microrganismi determinando un'infezione delle vie urinarie. Altre cause di infezione possono essere stipsi, malnutrizione e rapporti sessuali. Per alleviare i sintomi di dolore e bruciore durante la minzione, è consigliato aumentare l'introito di liquidi così da favorire il flusso di urina. Inoltre, per stabilire se è presente un'infezione urinaria e per determinare i batteri che l'hanno provocata è necessario effettuare un esame urine e/o un urinocoltura ed trattarla con antibiotici specifici. 


Ulteriori approfondimenti:

ADENOMA DELLA PROSTATA

E' un tumore benigno della parte centrale (che circonda l'uretra) della prostata. L'adenoma della prostata si sviluppa nell'85% degli uomini tra i 60 e i 70 anni. Sintomi ed evoluzione: il paziente[...]